l telaio del Flux Smart ha un’architettura solida e sfrutta la sua robustezza per assicurare al ciclista un sostegno valido e un’area di appoggio al suolo ampia (67 cm di lunghezza, 65 cm di larghezza), e che ha il solo inevitabile risvolto di un peso complessivo elevato (21 kg), che rende non facile l’eventuale trasporto del trainer.

La base di appoggio al suolo disegna una sagoma pentagonale, con il lato minore da 20 cm destinati a collocarsi nella parte posteriore della bici e con quello maggiore da 65 cm che più o meno coincide con il tubo verticale, esattamente dove maggiore è l’incidenza del peso del ciclista e, quindi, dove occorre un sostegno più valido per contrastare la tendenza all’oscillazione durante l’utilizzo. Relativamente al design, il Flux Smart si allinea al “family feeling” moderno, elegante e sobrio che caratterizza buona parte dei ciclotrainer Tacx e che non è un aspetto secondario per uno strumento che in molti casi è destinato a stazionare per interni inverni in camera da letto oppure in soggiorno.

L’unità di resistenza è di tipo elettromagnetico. Questo significa che, a frenare la rotazione del voluminoso volano in acciaio dal peso di 7 kg, ci sono una serie di otto magneti posti lungo tutto il suo arco di circonferenza. L’azione degli elettromagneti permette di variare la resistenza applicata e di farlo attraverso l’alimentazione della rete elettrica domestica. In realtà, il Flux Smart può essere utilizzato anche in modalità autonoma, senza alcun collegamento alla rete elettrica, e, in questo caso, senza collegamento a un dispositivo digitale esterno: in questo caso non sarà possibile variare la resistenza applicata, il volano sarà libero di ruotare per inerzia e le sensazioni percepite da chi è in sella saranno simili a quelle di un allenamento su terreno pianeggiante.

Il massimo delle sue potenzialità il Flux Smart le garantisce quando è collegato a dispositivi elettronici esterni: la connettività wireless è in questo caso garantita dalle tecnologie Ant+ FE-C e Bluetooth Smart. Questi due protocolli consentono di utilizzare su un Pc sia il software proprietario Tacx Trainer Software 4 (è a pagamento), che software di terze parti, come ad esempio Zwift, Kinomap o Trainer Road, solo per citare i più famosi (la maggior parte dei quali prevede abbonamenti mensili), sia di utilizzare le app dedicate (gratuite) per l’utilizzo con smartphone o tablet.

Esattamente come su tutti i trainer a trasmissione diretta, il montaggio della bicicletta è semplice e rapido, più o meno come quando si monta la ruota posteriore alla bici. Aggiungiamo, inoltre, la praticità di un corpetto ruota libera “multisistema”, che si adatta indifferentemente a trasmissioni Campagnolo, Shimano e Sram. Ma iniziamo a pedalare. Il telaio solido mantiene la bicicletta ben ferma anche quando si pedala in fuorisella e il trainer rimane stabilmente sul posto anche quando si pedala ad alta cadenza e ad elevati livelli di resistenza applicata. Ciò che stupisce di più, quando si inizia a “spingere” forte sui pedali, è la silenziosità: anche a livelli di cadenza e di resistenza elevati il rumore prodotto è decisamente basso. In queste condizioni, solo con molta difficoltà siamo riusciti a superare il “muro” dei 60 decibel, che più o meno corrisponde al rumore prodotto durante una normale conversazione tra più persone. Nel caso dell’utilizzo in modalità autonoma, cioè scollegata dalla rete elettrica, l’azione è simile in tutto al pedalare in pianura e l’intensità aumenta parallelamente alla variazione di moltiplica. In pratica, anche senza collegamento elettrico il Flux Smart consente di eseguire sessioni di lavoro di alta qualità ed intensità. Le cose si fanno ovviamente più stimolanti e avvincenti quando si interagisce con i dispositivi elettronici esterni. Noi abbiamo provato il trainer prima con uno smartphone attraverso l’applicazione proprietaria Tacx Training App, poi con un computer attraverso il software terzo Zwift: la pedalata è sempre molto fluida e, esattamente come in occasione del test del Neo Smart, questa impressione rimane tale a prescindere dalla cadenza e dalla resistenza applicata.